Piatti tipici

La colazione tipica costaricense è il gallo pinto: riso saltato insieme a fagioli scuri che gli danno un colore screziato, servito con uova fritte strapazzate, formaggio oppure natilla cioè panna acida e infine pane tostato o una tortilla, talvolta accompagnati da un po’ di prosciutto.

Gallo pinto con huevos revueltos, natilla y pan tostado. La colazione in hotel a Uvita
Gallo pinto con huevos revueltos, natilla y pan tostado. La colazione in hotel a Uvita

Questa era l’unica colazione a disposizione all’Hotel Bahia Azul a Uvita. Qui a Las Islas a Puerto Jimenez ci sono 6 combinazioni di colazione per tutte le abitudini.
La prima mattina ho scelto quella continentale, composta di papaya, mango, melone, anguria fresche con pane tostato, burro e una meravigliosa marmellata di guava oltre a succo di frutta e caffè.

DSC01143

Stamani ho chiesto quella tipica ed era molto più saporita e gradevole di quella provata ad Uvita. Un filetto di avocado e uno di platano maduro fritto oltre ad un tortilla e prosciutto.

DSC_0024_2

A parte la prima sera che ho optato per una buona pizza marinara cotta a legna da PizzaMail.it gestito da Nadia, italiana trapiantata da anni, ieri, su suggerimento della proprietaria della struttura che mi ospita, ho provato una ‘trattoria’ locale tipica ed economica, il Bar Ristorante Lossari.
Ero in effetti l’unico straniero in questo posto accompagnato da musica che pareva la ranchera tradizionale messicana.
Ho preso un casado di pollo in salsa. Il casado è un piatto completo di carne o pesce accompagnato sempre da verdure e gli immancabili riso e fagioli scuri e, in questo caso, una frittatina con verdure davvero speciale.
Piatto speziato al punto giusto, mai piccante a differenza di ciò che si potrebbe pensare.

Il casado di pollo del ristorante Lozari a Puerto Jimenez
Il casado di pollo del ristorante Lossari a Puerto Jimenez

Per un’idea sul tenore di vita e sui prezzi, questo piatto (in un locale per costaricensi) e una birra Imperial mi sono costati quasi 9€.
Un espresso al Sibu Cafè di Uvita costava 2€ tondi.

La Finca Köbö

Una giornata dal valore inestimabile

La prima volta che ho scoperto e desiderato visitare questa azienda agricola è stato un anno e mezzo fa, curioso anche di scoprire similitudini e differenze con la Finca Vista Alegre di Daniele Vestri nei pressi di Higüey che ho visitato nella Repubblica Dominicana nel 2011.
Qui alla Finca Köbö sperimentano metodi naturali per la salvaguardia degli ecosistemi naturali e per la convivenza tra animali e piante, difficile da spiegarsi in due parole. Diciamo che proteggono alcuni tipi di frutto dagli insetti con piante che li allontanano e proteggono altri tipi di frutto dalle scimmie circondando tali piante con altre dai frutti ad esse gradite o creando appositi corridoi per gli animali della giungla che restano liberi di muoversi senza interferire con le coltivazioni.

Però la giornata di oggi è stata imprevidibilmente ricca di scoperte, di luoghi, piante, frutti, sapori e più che altro delle persone con cui ho avuto la fortuna di condividere sensazioni ed emozioni che non so se sarò mai in grado di mettere adeguatamente in parole.

Già il solo fatto che Nena, che lavora a Las Islas, sia venuta a prendermi con il nipote Ian per andare insieme rende l’inizio speciale. Scoprire poi che per lei, che vende il tour a tale azienda agricola agli ospiti di Las Islas, fosse stata organizzata una visita privata, ha fatto si che il botanico e naturalista Juan Luis non seguisse lo schema turistico della visita e ne è venuto fuori un incontro e confronto di culture, abitudini e conoscenze impagabile.

Di persona potrò raccontare ulteriori dettagli degli esperimenti alla Finca Köbö (significa ‘sogno’ nella lingua del popolo Guaymì che vive ancora in una riserva al confine tra Costa e Rica e Panama ed è libera di attraversare la frontiera).
Per non parlare dei dettagli della coltivazione, fermentazione, essicazione e tostatura del cacao che ci è stato macinato a vista potendone separare ed assaggiare il burro da una parte e la pasta risultante dall’altra. Sapori mai conosciuti che mi hanno fatto visibilmente versare lacrimoni per l’emozione. Producono anche caffè.

La degustazione finale e l’intrattenimento con i proprietari e familiari oltre che con Nena e il nipote hanno reso l’esperienza unica ed irripetibile. Non dimenticherò mai questa giornata tra le migliori di questo viaggio.

Secondo me il video più interessante di questo blog